venerdì 18 marzo 2011

il mondo di mondino


Haut-op, 1966 acrilico su tela e palloncino
100x100 cm


Quando ho conosciuto Aldo Mondino, era già un artista affermato e viveva a Parigi. Possedeva tutte le caratteristiche che secondo me facevano di una persona qualunque un artista : aveva una creatività esplosiva, aveva una personalità decisa e stravagante, sembrava non aver paura di niente. La mia era una visione parecchio ingenua, giustificata dalla mia giovanissima età. Avvicinarmi ad una figura del genere era parecchio difficile tanto ne ero intimidito. Un po' ci riuscii e ne conservo un ricordo nitido e piacevole, poi come spesso accade nella vita, non ebbi più occasione di frequentarlo, anche se da lontano seguivo la sua attività. In questi giorni cade l'anniversario della sua morte avvenuta sei anni fa, mi fa piacere ricordarlo, anche qui.
Per saperne di più: la sua fondazione

Nessun commento: